Cerca nel blog

giovedì 23 marzo 2017

ricetta Pizza Pane senza glutine



Ricetta Pizza Pane senza glutine

270 g farine senza glutine Royaline Fibra (o Farmo Fibrepan, è quasi uguale in più ha lattosio)
30 g farina di Quinoa (o in alternativa Saraceno, Teff, Sorgo, Riso o Riso integrale o altra farina naturale ricca di fibre)
270 g acqua (ne potrebbe assorbire ancora e sarebbe meglio. Usando la Farmo meglio attestarsi a questa quantità e aggiungerne altra solo alla fine, se sembra necessario)
1 g Psillio (non necessario, in tal caso come acqua la dose indicata potrebbe bastare)
1 cucchiaio olio evo
1 cucchiaino raso sale 
5 g zucchero o 1 cucchiaino miele 
1 g lievito secco

(Per 2 Pizze Pane)

Preparazione, con foto

lunedì 13 marzo 2017

ricetta Pane senza glutine alla Quinoa e Semi di Lino dorato

Sperimentando con il Licoli ho voluto provare anche la farina di Quinoa, appena comprata. Il profumo della farina di Quinoa è molto forte e a mio avviso pungente, come di erba appena falciata... almeno a me ricorda quell'odore. Ma in cottura si perde completamente, e resta un sapore dolce e caldo, molto delicato, che completa l'azione del Lievito madre rendendo questo Pane senza glutine alla Quinoa e Semi di Lino dorato, la sua mollica in particolare, quasi uguale a quella di frumento, per sapore e consistenza. Mia madre, incapace di fare complimenti gratuiti, oggi tanto candidamente mi ha detto "questa pagnotta sembra pane" (lei non è celiaca). Ed è veramente buono, anche io non sono celiaca (mio marito lo è), ma questo pane sa proprio di ... pane!!! E la crosticina sottile e croccante piena di semi di Lino lo rende irresistibile. Oltre al fatto che è bello, ma quello non conta, prima il sapore. Ne ho fatto avere uno ai bimbi celiaci di un mio amico, il quale mi ha riferito che ai suoi bambini è piaciuto subito, se lo sono divorati non appena glielo ha messo davanti. Be, che dirvi, provatelo, seguite bene le mie indicazioni e se volete cercatemi in pagina Facebook, vi aiuterò. Ecco come si fa!





Ingredienti per 2 pagnotte

280 g Mix per pane senza glutine Auchan (oppure mix per pane Nutrifree)* 
140 g Mix per pane senza glutine Farmo Fibrepan (oppure Farmo Low Protein, o mix per pane Lidl, o mix per pane Royaline Sicilia, o mix Coop per pane)*
80 g MixIt Universale senza glutine Schaer (oppure Biaglut pane, oppure mix per pane Pedon)*
30 g farina di Quinoa
2 g farina o gomma di Guar
200 g Licoli senza glutine (per la ricetta del Licoli si veda Un Cuore di Farina senza Glutine, QUA)
400 g acqua
2 cucchiai olio evo
1 cucchiaino di miele
2 cucchiaini rasi di sale
q.b. semi di lino dorato

*Mix di farine dietoterapiche per pane di Olga Botta




Procedimento

venerdì 10 marzo 2017

ricetta Frollini al Grano saraceno senza glutine

Questi Frollini al Grano Saraceno senza glutine si fanno in un battibaleno, rispondono un po' alle mie esigenze in fatto di dolci: devono essere semplici, buoni e soprattutto veloci! Almeno le frolle, che amo da impazzire e faccio anche in modo tradizionale col burro (cliccate QUA per la ricetta, sempre con farine naturali), ma quando ho fretta il  burro non è l'ideale, perché è delicato e richiede i suoi tempi, io invece preferisco l'olio di semi e se il caso anche la panna, due grassi che mi consentono di accorciare molto i tempi di preparazione, attesa e stesura. L'impasto viene molto morbido e elastico e si lavora con estrema facilità. La presenza del Saraceno integrale (anzi semi integrale ma nel titolo era troppo lungo) è dovuta all'esigenza di apportare nella dieta quotidiana sempre più fonti di fibre naturali. Se non amate questa farina, potete tranquillamente sostituirla con un'altra (sempre naturale, preferibilmente integrale) di vostra preferenza.






Ingredienti

ingredienti secchi:
300 g di farina di Grano saraceno semi integrale 
100 g di fecola di Patate
50 g amido di Mais 
8 g di Xanthano o Guar
200 g di zucchero di canna
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina in polvere 
la scorza di due limoni biologici grattugiata 
cannella in polvere

ingredienti liquidi:
2 uova intere (circa 55 g ciascuna pesate senza guscio, io biologiche)
30 g di olio di semi di girasole (io biologico) 
200 g panna da montare per dolci (1 bustina intera)

Procedimento

lunedì 6 marzo 2017

ricetta Focaccine morbide ai Ceci e Cumino senza glutine con Licoli

Ecco un'altra ricetta con Licoli (lievito madre in coltura liquida, per vedere come produrselo in casa dovete cliccare QUA), semplice e buona, le Focaccine morbide ai Ceci e Cumino senza glutine, ottime da sole per via del gusto dolce dei ceci e aromatico del cumino, come pane, oppure farcite, anche il giorno seguente, perché restano abbastanza morbide (sempre meglio riscaldarle un attimo). 
Se volete vedere altre mie ricette preparare con il Licoli dovete cliccare QUA!


Ingredienti per 6 focaccine morbide ai ceci e cumino

160 g Mix per pane senza glutine MixB Schaer
160 g Mix per pane senza glutine Farmo Fibrepan
80 g Mix universale senza glutine MixIt Schaer
70 g Farina di Ceci
2 g Xantano o Guar
180 g Licoli senza glutine (oppure 10 g di lievito di birra fresco, meno ne mettete meglio viene, basta aspettare di più durante le fasi della lievitazione)
320 g Acqua tiepida (per chi usa il lievito di birra ci vorranno g 370 di acqua)
20 g olio evo
1 cucchiaino miele
2 cucchiaini rasi sale
q.b. semi di cumino

Procedimento

domenica 5 marzo 2017

ricetta Tartara di Tonno all'Arancia e Senape

Per fare la Tartara di Tonno all'Arancia e Senape avete bisogno di una sola cosa fondamentale, il Tonno freschissimo, di cui dovrete essere certi al 100%. Altrimenti, se non siete sicuri del vostro fornitore che comunque ve lo sta vendendo come fresco, surgelatelo per 48 ore e poi procedete. Per il resto seguite questi miei piccoli suggerimenti, e mangerete divinamente bene con leggerezza e tanto gusto.




Ingredienti per due porzioni di Tartara di Tonno

250 g di polpa di Tonno rosso freschissimo
2 arance siciliane 
1 limone siciliano
1 cipollotto scalogno (quelli lunghi e sottili)
1/2 cucchiaino di miele millefiori
1/2 cucchiaino da caffè di Salsa di soia (io senza glutine Tamari)
olio evo q.b.
una decina di foglioline di menta fresca
20 capperi di Pantelleria 
qualche rametto di timo fresco
pepe nero in grani da macinare
1 cucchiaino di salsa Senape forte (accertatevi che sia senza glutine se siete celiaci)

Procedimento...




Tagliare il pesce così ... 

sabato 4 marzo 2017

ricetta Pizza della Pizzeria con Biga di Licoli senza glutine e 24 ore di lievitazione

Forse già conoscete la mia Pizza della Pizzeria (senza glutine), ovvero la classica Napoletana, con bordo alto e interno sottile e base ben cotta. La versione originale, la prima, è stata la Pizza della Pizzeria con 1 solo grammo di lievito di birra fresco e 24 ore di lievitazione (cliccate QUA per vedere la ricetta), ottima, la migliore delle mie e che ancora faccio spesso. Poi, per venire incontro alle più svariate esigenze di tempo, con leggere modifiche ho realizzato la stessa Pizza della Pizzeria in versione Veloce (1 g di lievito ma 12 ore di lievitazione, cliccate QUA per la ricetta) e infine anche Velocissima (10 g in 2 ore, cliccate QUA per la ricetta). Recentemente vi ho presentato la stessa Pizza della Pizzeria preparata con il Licoli (la ricetta la trovate QUA), che come tempi di lievitazione medi richiede circa 9 ore di lievitazione, e pensavo con quella versione di aver raggiunto il top per questa ricetta di pizza ... ma oggi mi sono smentita! Perché ho provato ad allungare i tempi di lievitazione (24 ore) e a dimezzare nel contempo il Licoli, e il risultato è stato eccellente! Credo che questa Pizza della Pizzeria con Biga di Licoli sia la migliore che abbia mai fatto! Bordo leggerissimo quasi vuoto, impasto buonissimo! Davvero buono di sapore, sembrava con glutine! 
Tenete conto che io sto utilizzando un Licoli giovane, per cui se il vostro lievito è molto forte, potete anche diminuirlo di 10 g.









Riscrivo tutto il procedimento in questo nuovo post per non creare confusione nella versione semplice con Licoli (da fare se non avete il tempo per la biga, e la trovate QUA)

P.S.
In Estate i tempi di lievitazione potrebbero accorciarsi, quando arriverà l'Estate vi farò sapere, in ogni caso basta tener conto della lievitazione dell'impasto e se i panetti dovessero essere pronti prima del tempo, basta metterli nel frigorifero.


Ingredienti per 2 Pizze della Pizzeria con Biga di Licoli 

120 g Mix di farine senza glutine per Pane MixB Schaer
120 g Mix di farine senza glutine per pane Farmo Fibrepan
60 g Mix universale senza glutine MixIt Schaer
40 g Licoli senza glutine
232 g acqua
1 cucchiaino miele
1 cucchiaio olio evo
8 g sale

Procedimento

martedì 28 febbraio 2017

ricetta Pizza alta e soffice a tutto dentro ... senza glutine con Licoli

Questa bella pizza nasce come ricetta improvvisata per smaltire una Pastella di Licoli avanzatami in serata, così bella da meritare una degna fine. L'impasto che ho preparato, usando questa pastella come lievitino, ha maturato quasi 24 ore, per metà nel frigorifero e metà al tiepido, in forno spento con luci accese e poiché fa molto freddo anche il pentolino con acqua bollente messo accanto, per dare calore e umidità (non necessario in estate). Ne è venuta fuori una pizza incredibilmente soffice morbida e altissima e considerando che in questo momento cuocio solo in un fornetto ventilato, il risultato incredibile.








Per il lievitino (che non è altro che mezza dose di Pastella di Licoli che trovate QUA, con o senza il sale, ma dovendolo fare apposta per la pizza il sale non ha senso metterlo)

73 g di Licoli
73 g acqua
80 g di farine miste (1/2 farina di riso + 1/2 farina MixIt Schaer o qualsiasi altra miscela per pane o pasta senza glutine) 

Per l'impasto

tutto il lievitino
120 Farmo Fibrepan
120 MixB Schaer
60 Mixit Schaer
240 acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di olio evo

Procedimento 

ricetta Pastella per verdure con Licoli senza glutine

Ecco un'altra idea per utilizzare l'esubero di Licoli, che spesso avanza e non sempre serve per farci del pane. Il Licoli si offre benissimo per realizzare una delicatissima Pastella per verdure, leggera e avvolgente e dalla crosticina molto sottile. Anche se con una leggera aggiunta di farina potrete ottenere uno spessore più consistente, questo dipende dai gusti. 



Ingredienti per un bel vassoio di Verdure in pastella (per 4 porzioni abbondanti)

145-150 g di Licoli
145-150 g acqua
sale q.b.
150-160 g di farine miste (1/2 farina di riso + 1/2 farina MixIt Schaer o qualsiasi altra miscela per pane o pasta senza glutine) sino a raggiungere la densità desiderata. 

Procedimento

Miscelate acqua e Licoli e poi unite le farine, cominciando con la dose minima e aggiungendone la quantità necessari ad ottenere la giusta consistenza (fare la prova intingendo una verdura per vedere se la pastella resta attaccata). Salate e sciogliete bene i grumi con una frusta a mano e lasciate riposare per 30 minuti. Poi intingete le verdure nella pastella e friggete in olio di semi misto ben caldo.
I cardi e i broccoli vanno precedentemente cotti in acqua bollente salata. I carciofi basta semplicemente sbollentarli per un minuto in acqua salata, così da intenerirli appena un po' e fargli riprendere un bel colorito verde.

Se vi avanza della Pastella NON GETTATELA!!! perché potrà essere conservata in frigorifero per 24 ore ed utilizzata come biga per un impasto di pizza-focaccia morbidissima, come quella nella foto sotto!!! (vedete QUA come ho fatto io).


pizza lievitata con l'avanzo della pastella!



Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


lunedì 27 febbraio 2017

ricetta Calzone veloce in padella con esubero di Licoli senza glutine

Questa ricetta del Calzone veloce in padella vi consente di smaltire un bel po' di esubero di Licoli senza glutine e di risolvere una cena in allegria, perché un Calzone non si rifiuta mai, e poi cotto in padella e senza accendere il forno! Comodo, veloce e gustosissimo! 





Per la ricetta del Licoli si veda il Blog di Olga Botta, Un cuore di farina senza glutine, cliccando QUA


Ingredienti per 2 grandi Calzoni in padella con esubero di Licoli 

250 g Licoli 
100 g MixB Schaer
100 g Farmo Fibrepan
65 g MixIt Schaer
1 cucchiaio olio evo
1 cucchiaino miele
1 cucchiaino sale
acqua q.b 

attrezzatura necessaria:
1 o 2 padelle con fondo spesso e rivestimento antiaderente, con coperchio preferibilmente di vetro

Procedimento con foto tutorial

lunedì 20 febbraio 2017

ricetta Sfincitelle di Carnevale (senza glutine)

Le Sfincitelle di Carnevale (senza glutine) sono un altro dolce perfetto per le feste dei bimbi e degli adulti mai cresciuti! Come me!!! Sono facilissime da preparare e da cuocere e farete felici tutti quanti in famiglia! E poi le Sfincitelle di Carnevale (senza glutine) si conservano benissimo, perché l'interno è umido e molto morbido, ma la crosta è croccante e potrete tranquillamente prepararlo molte ore prima, anche un giorno prima! Le Sfincitelle di Carnevale (senza glutine) in realtà sono delle piccole Sfinci di San Giuseppe (cliccate QUA per la ricetta), rivestite di zucchero o farcite della crema preferita! Un dolce tipico della mia città, Palermo, d'uso prepararsi per le feste di Carnevale (ma non solo) e soprattutto per la Festa del Papà, il giorno di San Giuseppe per l'appunto! Squisite, belle e buone da far impazzire!



In pratica l'impasto è analogo a quello dei bignè, un po' meno sodo. La ricetta tradizionale prevede l'uso dello Strutto (o Sugna) ma io le faccio col burro. Se volete potete sostituirlo con lo Strutto mantenendo le dosi.







Ingredienti e dosi per circa 30 Sfincitelle di Carnevale

100 g di Farina di riso finissima (fra tutte quelle che ho usato la migliore è la Nutrifree, perché più sottile e fa assorbire meno olio in cottura)
30 g Fecola di Patate
20 g Amido di mais o Tapioca
250 g acqua
100 g burro (di ottima qualità)
4 uova intere (circa 225 g 215 g totali di peso senza guscio) con il secondo peso, minore, sono venute meglio
1/2 cucchiaino scarso di sale
1 cucchiaino abbondante di zucchero
1 pizzico di bicarbonato
la scorza di 1/2 limone biologico (intera)

Procedimento con foto tutorial

domenica 19 febbraio 2017

ricetta Focaccia ai ceci senza glutine in padella con Biete e Bacon

Questa ricetta della Focaccia senza glutine ai ceci in padella (volendo anche senza ceci) è molto comoda perché vi consente di avere un prodotto da forno, morbido e lievitato e ben cotto esattamente come se cotto nel forno, ma senza dover accenderlo! Capita, quando c'è troppo caldo oppure, come è capitato a me oggi, quando il forno si guasta ma voi non avete intenzione di rinunciare ad una cena allegra davanti alla TV! L'avevo già fatta, semplice o con il Teff, e trovate le ricette cliccando QUA per la versione semplice o QUA per quella al Teff. Sempre cotte in padella!





 Ingredienti per 1 Focaccia senza glutine ai ceci (4 porzioni)

120 g MixB Schaer o Nutrifree (Mix per Pane senza glutine)
120 g Farmo Fibrepan o Farmo Low Protein o FreeFrom Lidl (Mix per Pane senza glutine)
40 g MixIt Schaer o Pedon (Mix di farine senza glutine)
20 g Farina di ceci*
250 g acqua tiepida (30°C)
6 g Lievito di birra fresco
7 g sale
1+1/2 cucchiai Olio EVO
1 cucchiaino di miele


* potete anche raddoppiare la quantità di farina di ceci, se preferite sentire molto di più il sapore, ma per me così è già equilibrata perché il gusto dei ceci è avvertito ma non domina. Nel caso doveste quindi mettere 40 g di farina di ceci, togliete 20 g di MixIt ma aggiungete 1 g di Guar, altrimenti l'impasto sarà troppo mollo e non potrete lavorarlo.

Procedimento con foto tutorial

venerdì 17 febbraio 2017

ricetta Stinco di Maiale all'Arancia e Vino Rosso

Lo Stinco (o Garretto) di Maiale all'Arancia e Vino Rosso è un piatto unico e abbondante, per gli amanti della buona carne, in particolare degli stracotti (tenerissimi come il Bollito), e va preparato per occasioni speciali, servito con almeno un paio di contorni e un bel bicchiere di Vino rosso. Sarete ricompensati dallo sguardo dei commensali, mentre voi avrete faticato pochissimo, perché si cucina da solo! Il segreto della sua bontà è la lenta cottura, un buon vino di base e ... il resto lo scoprirete leggendo!

la carne deve risultare morbidissima e sfibrarsi con la sola forchetta, proprio come un buon bollito

Ingredienti per 2 porzioni

2 Stinchi di Maiale da 800 g circa ciascuno (crudi e senza cotenna)
2 cipollotti scalogni
2 coste di sedano non grandissime
1 pomodoro maturo
1 carota (io oggi non l'ho messa ma ci va)
1 cucchiaino di brodo vegetale granulare (io senza glutammato e senza glutine)
1 l di Vino rosso (io Merlot, potete cambiare ma che sia un vino buono, ne risentirebbe il gusto finale del piatto)
Acqua q.b.
Olio evo q.b.
Sale q.b.
Aromi (3 chiodi di garofano, 4 bacche di ginepro, 1 foglia di alloro, 1 rametto di rosmarino, 1 rametto di maggiorana, 1 rametto di origano, qualche rametto di prezzemolo fresco, qualche filo di erba cipollina fresca o una spolverata secca)

Ingredienti per la salsa 

Il fondo di cottura degli Stinchi 
1 arancia biologica (sia la scorza grattugiata che il succo)
3 cucchiai di panna da cucina
1 cucchiaio di salsa di soia (Tamari per i celiaci)
Qualche goccia di salsa Tabasco (se non l'avete, va bene peperoncino rosso)
Sale
Amido di mais q.b.
1 pizzico di bicarbonato di sodio 

Contorni suggeriti

Purea di Patate e Broccoli al vapore
oppure
Polenta morbida o arrostita e funghi trifolati
oppure
Patate al forno e Spinaci al Burro o all'Aglio

Per la guarnizione finale

1 Arancia a fette
Erba cipollina 

Procedimento per gli Stinchi di maiale all'Arancia e Vino Rosso

martedì 14 febbraio 2017

ricetta Mafalda palermitana senza glutine

La Mafalda palermitana è così! Una pagnottella di circa duecento grammi di peso, tutta attorcigliata a serpente e con lungo risvolto superiore, in assenza di cui lo stesso pane è chiamato "Scaletta"... e di rito, quand'è calda, va mangiata con la Mortadella!!! Come rinunciare al piacere di una Mafalda palermitana senza glutine? 





Questo particolare pane, obbligatoriamente ricoperto di sesamo, in origine, come tutto il pane siciliano, era prodotto con la semola di rimacino, una versione meno setacciata della farina di frumento che dà come risultato una alveolatura più fitta e un pane più umido, quindi più durevole. Oggi nei panifici si utilizzano farine più raffinate e ricche di glutine, motivo per cui è facile trovare anche delle Mafalde più leggere, con un'alveolatura più aperta, e che trattengono meno umidità. Comunque la troviate, la Mafalda palermitana è molto buona, sia per il sapore del sesamo che la caratterizza, sia per la forma particolare con crosta morbida e estesa, proporzionata alla quantità di mollica. 




Dovendo riprodurre la Mafalda palermitana senza glutine, ho scelto di utilizzare il tris di miscele che impiego per la mia pizza, perché il sapore delle farine, così proporzionate, a mio avviso si avvicina molto di più alla semola di rimacino e quindi alla Mafalda palermitana più antica. 

Ingredienti per 5 Mafalde

210 g MixB Schaer (o in alternativa Nutrifree pane o Auchan pane)*
210 g Farmo Fibrepan (o in alternativa Farmo Low Protein, o Lidl pane, o Biaglut pane)*
80 g MixIt Schaer (o in alternativa Pedon pane, o Koilia pane)*
150 g Li.Co.Li. senza glutine (per la ricetta del Li.Co.Li. si veda il Blog Un cuore di farina senza glutine, a questo link QUA)**
340 g acqua tiepida
12 g sale
1 cucchiaino colmo di miele
2 cucchiai di olio evo
semi di sesamo abbondante


* Le alternative che vi metto fra parentesi vi daranno comunque un ottimo pane, forse più simile a quello che noi a Palermo chiamiamo 'bianco', più raffinato e quindi più gonfio, ma un po' più asciutto.
** Per farla con il Lievito di birra, leggete in fondo alla ricetta

Procedimento

domenica 12 febbraio 2017

ricetta Muffin Fragolosi allo Yogurt ... con farine naturali senza glutine

La ricetta di questi Muffin Fragorosi allo Yogurt ... con farine naturali senza glutine, nasce per amore! Vostro marito per che squadra di calcio tifa? Il mio per l'Inter e stamane, mentre facevamo la spesa, senza dirmi niente ha fatto scivolare nel carrello dei Pirottini un po' speciali... Cosa metterci dentro se non un Muffin esplosivo, per fargli un bel regalo... e con un cuore rosso, pieno d'amore!





Avevo a casa delle fragole mature e del cioccolato bianco ... tutto il resto è stato molto semplice, perché la ricetta giusta già l'avevo! Quella dei Muffin limonosi allo Yogurt farciti d'arancia ... (cliccate QUA per leggerla)... con piccolissime modifiche e una maggiore cura nell'aspetto... ecco queste bombe di gioia (calcistica e non)!!!
... non preoccupatevi se vostro marito è juventino o milanista, questi Pirottini sono in vendita per tutte le maggiori squadre italiane...



MUFFIN FRAGOLOSI ALLO YOGURT 

Ingredienti per 8-9 grossi Pirottini (da Cupcake) o 12 normali

secchi:
250 g di farine naturali senza glutine (composta da 165 g farina di riso + 55 g Fecola di Patate + 30 g amido di tapioca o di mais)
2 g di Xantano puro (senza vengono più bassi e la consistenza più simile al Pandispagna)
1 g di farina di semi di Guar 
100 g di zucchero semolato (per un gusto più dolce aggiungetene altri 20 g)
1 bustina di lievito per dolci (senza glutine per i celiaci)
1 bacca di vaniglia (i semi interni, oppure 1 bustina di vanillina in polvere)
1 pizzico di sale

umidi:
2 uova intere (del peso medio senza guscio di 55 g ciascuna)
100 g olio di semi di Girasole (io biologico)
200 g di Yogurt intero alla fragola
20 g di panna liquida 
la scorza grattugiata di 1 limone (biologico) 
30 g di cioccolato bianco (che dovrete grattugiare come il formaggio) ... conferisce una morbidezza in più che non ha confronti ... ma se non l'avete fateli lo stesso, proverete col cioccolato la prossima volta! perché vi garantisco che ci sarà!!!


Per la farcitura interna

8-9 cucchiaini di marmellata di fragole, uno per pirottino (io ho fatto una marmellata espressa, con una decina di fragole fresche, zucchero q.b. e poco succo di limone. Ho tagliato a pezzetti le fragole pulite, le ho bagnate di limone e cosparse di zucchero, dopo mezzora di riposo le ho messe su fiamma bassa, girandole spesso, e le ho cotte sino a quando sono diventate una crema e l'acqua della frutta si è asciugata. Poi, da fredda, l'ho usata per farcire i Muffin, che in tal modo erano ancora più genuini)
40 g di cioccolato bianco (a grossi pezzi)

Zucchero a velo per guarnizione

Procedimento con illustrazioni


Miscelare fra loro tutti gli ingredienti secchi, in una ciotola.
Miscelare bene fra loro tutti gli ingredienti umidi, comprese le scorze del limone e il cioccolato bianco grattugiato proprio come il formaggio, in un'altra ciotola.
Versare i secchi negli umidi, miscelando con una frusta a mano, sino ad amalgamarli bene, ma senza insistere troppo, perché la caratteristica dei Muffin è un impasto rustico, poco raffinato. 



Distribuire quindi un cucchiaio (abbondante, se il Pirottino è grande come il mio) di composto per pirottino, allargare bene l'impasto e formare un buchetto al centro, poi sistemarvi uno o due pezzetti di cioccolato bianco e un cucchiaino di marmellata, quindi coprire con un altro cucchiaio (scarso) di impasto. Poiché l'impasto è abbastanza denso, bisogna lisciarlo col dorso di un cucchiaino, per dargli una forma regolare (possibilmente a cupolotto) e sigillare bene la marmellata. 


riempite i Pirottini sino ai 2/3 di altezza, dandogli una forma liscia e a cupoletta, che si manterrà in cottura.
Se invece li preferite più irregolari, siate meno attenti ad allisciarli, basta solamente aver cura di sigillare la marmellata per non farla fuoriuscire col calore del forno


Cuocere a 175°C ventilato pre riscaldato per 20 minuti, controllando sempre con uno stecchino prima di spegnere e dandogli semmai un minuti di più. Se invece usate Pirottini più piccoli, potrebbero cuocere un po' meno, diciamo 18 minuti.










Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


mercoledì 8 febbraio 2017

ricetta Muffin limonosi allo yogurt farciti d'arancia ... senza glutine

La ricetta di oggi è semplice e veloce e di grande effetto per realizzare in pochi minuti dei Muffin limonosi allo yogurt farciti d'arancia ... o di altri sapori! Perché il cuore alla marmellata potete sceglierlo voi! Io preferisco i miei amati agrumi siciliani, che crescono rigogliosi nel mio giardino! 
Questi Muffin limonosi allo yogurt farciti d'arancia sono fatti con farine naturali (riso, mais, patate) e si preparano velocemente perché sono dei veri e propri Muffin, quindi seguono la regola americana della semplicità! Polveri da un lato, liquidi dall'altro, una mescolata e via nel forno!!! In meno di mezz'ora sono già pronti! Ecco la ricetta dei Muffin limonosi allo yogurt farciti d'arancia ... senza glutine!

Muffin limonosi allo yogurt farciti d'arancia ... 


La consistenza di questi Muffin è simile a quella dei mini Plumcake venduti industrialmente, morbidissima, umida, elastica. Se li volete più friabili (ma anche più bassi), tipo Pandispagna, non mettete lo Xantano e la panna. Io li preferisco proprio così, un'esplosione di bontà!!!

Ingredienti per 12 Muffin

secchi:
250 g di farine naturali senza glutine (composta da 165 g farina di riso + 55 g Fecola di Patate + 30 g amido di tapioca o di mais)
2 g di Xantano puro (senza vengono più bassi e la consistenza più simile al Pandispagna)
1 g di farina di semi di Guar 
100 g di zucchero semolato (per un gusto più dolce aggiungetene altri 20 g)
1 bustina di lievito per dolci (senza glutine per i celiaci)
1 bacca di vaniglia (i semi interni, oppure 1 bustina di vanillina in polvere)
1 pizzico di sale

umidi:
2 uova intere (del peso medio senza guscio di 55 g ciascuna)
100 g olio di semi di Girasole (io biologico)
200 g di Yogurt intero bianco 
20 g di panna liquida 
la scorza grattugiata di 2 limoni (biologici) 

Per la farcitura all'arancia

12 cucchiaini di marmellata d'arance siciliane!!! (io biologica, fatta in casa, la ricetta la trovate QUA)

Per la Glassa al limone di rivestimento

100 g di zucchero a velo per la glassa
qualche goccia di succo di limone

Procedimento con illustrazioni