Cerca nel blog

lunedì 31 ottobre 2016

ricetta della Crostata alle Arance senza glutine .... con farine naturali




Con farine naturalmente senza glutine e senza lievito, questa pasta frolla è particolarmente adatta alla preparazione di dolci e crostate (se volete farci biscotti, aggiungete 1/2 bustina di lievito per dolci, per averli più gonfi e friabili): non sbriciola, non è secca al palato, si lavora facilmente senza spaccarsi e soprattutto ha un sapore buonissimo, semplice, casalingo, senza retrogusti. La ricetta di questa Crostata alle Arance senza glutine è quella che facevo una volta, ma con la farina di frumento, l'ho semplicemente sglutinata scegliendo di utilizzare farine naturali,  farina di riso, fecola di patate, amido di tapioca o mais, secondo le proporzioni indicate da Bette Hagman, nell'ordine semplificato di 3 parti - 1 parte - 0,5 parti. Ho dovuto aggiungere un po' più d'uovo rispetto a quella che facevo prima, tutto qua. A voi la ricetta!!! 

Ingredienti per una Crostata alle Arance senza glutine
(diametro cm 25)

per la frolla

300 g di farina di riso normale
100 g di fecola di patate
50 g amido di Tapioca o di Mais (io oggi ho usato il Mais)
8 g di Xantano
2 uova intere (circa 55 g ciascuna pesate senza guscio)
225 g di burro (tagliato a dadetti di 1 cm da freddo)
200 g di zucchero
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina in polvere o la scorza di un limone biologico grattugiata o cannella in polvere

per la farcitura

1 uovo intero sbattuto per spennellatura
q.b. marmellata di arance biologiche (o altra marmellata) 
q.b. biscotti secchi semplici e sbriciolati (non indispensabile) 

Procedimento

sabato 29 ottobre 2016

ricetta dei Totani ripieni al forno


Ingredienti per 2 Totani ripieni

2 totani freschissimi (i miei pesavano circa 600 g ciascuno crudi e non puliti, ma in effetti sono un po' grandi per una porzione, anche da 400 g vanno benissimo, non meno)
pangrattato q.b.
origano 
passolini e pinoli
circa 200 g di polpa di pomodoro finissima (io quella in scatola)
olio evo
sale
pepe nero o peperoncino piccante
1 spicchio d'aglio


Procedimento


mercoledì 26 ottobre 2016

ricetta dei Garibaldini senza glutine alla panna con marmellata d'arance

BUONISSIMI!!! SENZA BURRO, SENZA UOVA, SENZA GLUTINE

I Garibaldini dovrebbero avere l'uvetta, io li ho semplificati ma voi mettetela pure!!! La frolla è  con sole farine naturali, panna e zucchero!!! semplicissimi, facili e veloci da realizzare questi Garibaldini senza glutine alla panna con marmellata d'arance!!! 




Ingredienti per circa 25 Garibaldini senza glutine alla panna con marmellata d'arance


350 g di farina (235 g di farina di riso + 77 g di fecola di patate + 38 g di amido di tapioca o di mais + 3 g di farina, ovvero gomma, di guar o 5 g xanthano)
P.S. i non celiaci mettano pure tutta farina 00 perché la ricetta originale prevede così
150 g di zucchero
250 ml di panna fresca (che sia veramente fresca, fredda e ottima di qualità)
12 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale
aroma vaniglia 

q.b. marmellata di arance (io biologica, fatta da me, con le scorzette!)
q.b. panna e uovo per spennellare

Procedimento


- Mettete la panna (ben fredda) dentro una ciotola, aggiungete le farine (precedentemente miscelate fra loro e a tutti gli altri ingredienti) e impastate sino ad ottenere un panetto ben omogeneo e liscio (con l'impastatrice è meglio, perché il calore delle mani scioglie lo zucchero). Se necessario, aggiungete ancora un goccio di panna (o al contrario di farina) se l'impasto dovesse sembrarvi troppo asciutto o troppo morbido. 
- Formate una palla liscia e stendetela subito (se necessario, potete anche conservarla nel frigorifero, avvolta).
- Stendete su un foglio molto lungo di carta da forno infarinata (con farina di riso) col matterello, infarinando quando necessario (sempre con riso), sino ad ottenere un rettangolo stretto e lungo dello spessore di qualche millimetro (massimo 5).
- spalmare la marmellata di arance su metà rettangolo (come in foto).
-  piegare la metà senza marmellata su quella farcita.




- sollevare la carta da forno e ritagliare tanti rettangolini uguali (se necessario spolverare sopra pochissima farina di riso).




- prelevarli con una spatola infarinata e poggiarli su una teglia con carta da forno sotto.

Cottura 

20 minuti a 200°C (ventilato già caldo) + 10 minuti a 150°-160°C e comunque sino a coloritura, (intervallate le due cotture con una pausa per il raffreddamento completo dei biscotti su gratella).
Prima della seconda infornata spennellare con uovo sbattuto misto a panna.




Fare raffreddare su gratella. Spolverate con zucchero a velo! E se volete metterci anche l'uvetta sultanina al centro, sulla marmellata ... !!! Fate pure, e mandatemene un pochino anche a me!!!



Che ne pensate? Sono squisiti! croccanti fuori, dal cuore morbido e fruttoso!!! si conservano bene, stamattina errano ancora fragranti!!! adesso ne assaggio un altro e vi saprò dire, ma a giudicare dall'aspetto.... 


Se vi è piaciuta questa ricetta seguitemi sulla mia pagina Facebook, mettendo il Mi piace o iscrivendovi riceverete le mie nuove creazioni!

Baci, Bimba Pimba


lunedì 24 ottobre 2016

ricetta dei Frollini semplici senza glutine alla panna

SENZA BURRO, SENZA UOVA, SENZA GLUTINE

Deliziosi, questi Frollini semplici senza glutine alla panna!!! Di una semplicità unica, la ricetta è tratta dalla Enciclopedia della cucina italiana, io l'ho solo sglutinata utilizzando il mix per dolci di Bette Hagman, nella proporzione 3 - 1 - 1/2. E' un impasto semplice e veloce, senza burro, senza uova, pochissimi ingredienti e non c'è tempo d'attesa in frigorifero. Si stende benissimo, ma non so se è adatto a fare le crostate, mentre è indicatissimo per i biscotti frollini!!! La bontà del suo sapore è ineguagliabile, forse proprio per la semplicità e genuinità dei suoi ingredienti. 




Ingredienti per i Frollini semplici senza glutine alla panna


350 g di farina (235 g di farina di riso + 77 g di fecola di patate + 38 g di amido di tapioca o di mais + 3 g di farina, ovvero gomma, di guar)
P.S. i non celiaci mettano pure tutta farina 00 perché la ricetta originale prevede così
150 g di zucchero
250 ml di panna fresca (che sia veramente fresca, fredda e ottima di qualità)
12 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale
aroma vaniglia 

Procedimento

venerdì 21 ottobre 2016

ricetta delle Ciabatte al Saraceno integrale con biga al Kefir e 1 g di lievito ... senza glutine

Queste mie Ciabatte al Saraceno integrale con biga al Kefir e 1 grammo di lievito ... senza glutine sono una rivisitazione delle Ciabatte di Farro con prefermento di Vittorio, di Viva La Focaccia. Le sue ricette sono una garanzia e per me rappresentano una vera e propria sfida. Forse non riuscirò a sglutinarle tutte, ma quando posso ci provo! Oggi ho raggiunto un ottimo risultato, la ricetta non è identica perché il farro ai celiaci è proibito (io l'ho sostituito con il grano saraceno integrale) e al posto del lievito madre (per venire incontro alle esigenze della maggioranza di voi) ho optato per una biga leggerissima (1 solo grammo di lievito su 600 g di farina) coadiuvata dalla forza dei fermenti del latte di Kefir (non autoprodotto, comprato nei negozi biologici e già pronto da consumare, quindi alla portata di tutti noi). Sono venute delle ciabatte spettacolari! Leggere, alveolate, morbidissime, con la crosta saporita e leggermente croccante, queste Ciabatte al Saraceno integrale con biga al Kefir sono davvero buonissime e senza alcun retrogusto, la mollica è morbida ma per nulla gommosa, asciutta al punto giusto. Insomma, nessuno capirebbe che sono gluten free. Ve lo garantisco! E questo ancora una volta grazie al blog di Vittorio, VivaLaFocaccia, una fonte di ispirazione immensa.





Ingredienti per 8 Ciabatte al Saraceno integrale
(per la versione più integrale con Saraceno e Teff scorrete in basso)

miscela di farine (in tutto 600 g, sufficienti per biga ed impasto, da miscelare assieme e prelevare secondo istruzioni)*:

280 g mix per pane senza glutine Auchan (o Nutrifree, in alternativa)
120 g mix per pane senza glutine Farmo Fibrepan 
130 g mix universale MixIt Schaer
70 g farina di grano saraceno integrale bio
1 g di farina (ovvero gomma) di Guar o Xantano puro

Per la biga 

200 g della miscela di farine di cui sopra
100 g acqua a temperatura ambiente
140 g latte di Kefir Bio (oppure in alternativa aggiungere altri 100 g di acqua)
1 g lievito fresco
2 g zucchero

Per l'impasto

la Biga matura
400 g della miscela di farine di cui sopra (tutte quelle rimaste)
1 cucchiaino di miele
270 g acqua (prelevarne 50 g, sciogliervi il sale e usare quando indicato)
15 g sale
20 g olio evo


Guardatele dal vivo, come sono belle! Si sente il rumore, si sente forse anche il loro profumo, nel breve video che ho girato non appena sfornate!!!







Procedimento illustrato

giovedì 20 ottobre 2016

ricetta degli Spaghetti e Spaghi di Zucchine al Tonno fresco

Ricetta super facile e veloce, ma deliziosa, questa degli Spaghetti e Spaghi di Zucchine al Tonno fresco! Dovete trovare l'attrezzo per ridurre le zucchine in fili lunghi, come gli spaghetti! Costa pochissimo e in compenso ci si può sbizzarrire in cucina, creando con le verdure giochi di colore e di sapore interessanti! Lo vedrete nelle foto, più sotto. 



Ingredienti per 4 porzioni di Spaghetti e Spaghi di Zucchine al Tonno fresco

500 g di Tonno fresco (il mio era un tonnetto)
2 spicchi di aglio
4 pomodori ben maturi ma sodi
vino bianco ½ tazzina da caffè
2 zucchine genovesi
olio evo
sale
pepe nero
peperoncino fresco
origano (o timo) freschi in rametti

300 g di spaghetti (io senza glutine, marca Coop, costa pochissimo, non ha retrogusti e tiene bene la cottura)




Procedimento con illustrazioni

domenica 16 ottobre 2016

ricetta dei Pancakes americani ... senza glutine

Ecco finalmente i veri Pancakes americani ... senza glutine




Siete mai stati in America? Io si, due volte, ed è stato amore puro, per i suoi paesaggi sconfinati e selvaggi, per la natura, gli animali, per la sua storia contrastata, per i mille colori della pelle delle sue genti, per le sue città caotiche e per quelle eleganti come San Francisco, e per i PANCAKES americani!!! Ogni giorno a colazione, non me ne sono perso uno, li ho mangiati ovunque: fatti in casa (ormai quasi tutti adoperano le miscele pronte a cui aggiungono solo acqua, olio e uova), nei ristoranti, negli alberghi, nei Motel ... e che Motel! Alcuni da dimenticare, anche se quell'esperienza non la cambierei mai. Ricordo che una mattina, per colazione, abbiamo scoperto che il buffet (si fa per dire) era servito fuori, nel parcheggio del Motel dove c'eravamo fermati per la notte. Sul tavolino, accostato alla parete in doghe di legno dipinte di bianco di una delle tante stanze come la nostra, che si aprivano direttamente nella corte destinata a car parking, c'erano: bicchieri di plastica, tovaglioli di carta, caraffe con succhi di frutta, bottiglie di latte e ... Pancakes! Tanti, ghiacciati, asciutti, in un grande vassoio. Chiunque passando avrebbe potuto servirsi perché nessuno, là, tra una macchina e l'altra, stava a controllare. Meraviglioso! Fra la polvere della strada, lo smog e quegli strani avventori che con ogni probabilità non avevano dormito al Motel ... ciononostante, io ho divorato il mio ennesimo pancake, sperando, tra me e me, di gustarne ancora, ma in situazioni migliori! 
Signori miei, il pancake è il pancake, e se sei in America, se stai girando il FarWest in macchina (California, Texas, Nevada) tu non ci rinunci, nemmeno in quelle condizioni! 
Certo, i migliori Pancakes americani sono quelli fatti in casa, dello spessore giusto, con le uova fresche, il latte, la farina, l'olio, la vaniglia! E tanto, tanto Maple! Da allora, da quel meraviglioso viaggio anche un po' avventuroso, devo dire che di Pancakes non ne ho mangiati più, un po' perché non ho mai trovato la ricetta giusta, un po' per la celiachia, che ha cambiato e rivoluzionato tutte le nostre abitudini. Insomma, non avendo bimbi casa casa, a tutto pensavo tranne che a dedicarmi alla ricerca del pancake giusto... poi Vittorio, di VivaLaFocaccia, ha pubblicato la sua ricetta e le fotografie erano davvero convincenti. Lui vive in California da anni e se non lo sa lui come fare i Pancakes americani, e che sapore e consistenza devono avere, chi può dirlo? C'è stato anche qualcuno dei suoi fans che gli ha chiesto come farli senza glutine, e lui, che è mio amico, mi ha chiesto di intervenire in merito... ed eccoci qua, alla ricetta di oggi! Credetemi, sono deliziosi, sono esattamente come li ricordo io: soffici, spugnosi, leggeri, spessi e quando ci versate sopra il Maple (lo Sciroppo d'Acero) si imbevono di pura bontà!!! Fateveli subito, non perdete altro tempo, anche perché sono facilissimi!!! Seguite tutte le mie istruzioni!




Ingredienti (per 6 pancakes grandi o 10 medi)

125 g di farina di riso finissima (o mista normale e finissima)
40 g fecola di patate
20 g amido di Tapioca (o amido di Mais o misto)
2 g farina di semi di guar
7 g lievito per dolci
7 g Cremor tartaro
½ bustina di vanillina (o 4 g di aroma vaniglia liquido)
4 cucchiai di zucchero (circa 60 g)
1 uovo intero
50 ml di olio di semi (io di Girasole biologico)
250 ml latte intero
4 g sale

Tempo di preparazione: 15 minuti + cottura

Procedimento con illustrazioni

giovedì 13 ottobre 2016

ricetta dei Muffin Integrali al Miglio con Mele e Cioccolato Bianco ... senza glutine






Muffin integrali al miglio con mele e cioccolato bianco … light e con farine naturali

Voglio spiegarvi la storia di questi deliziosi e salutari Muffin integrali al miglio con mele e cioccolato bianco … senza glutine, fatti con ingredienti sani e senza Mix industriali, perché ci tengo particolarmente! 
L'utilizzo di farine naturalmente senza glutine, almeno nei dolci, è possibile senza ombra di dubbio. Certo, spesso si è tentati dall'utilizzare i Mix industriali perché danno elevate prestazioni. Qualche ricettario addirittura propone sempre più frequentemente l'uso dei Mix industriali per pane, pizze e focacce al posto di quelli specifici per dolci. E il motivo c'è, anche se nessuno ve lo spiega! (un paio di volte l'ho fatto anche io! Sigh! ma non più! perdonatemi!). Volete sapere il perché? 
Bene, nei Mix per pane, rispetto a quelli per dolci, ci sono degli additivi chimici che sembrano innocui, ma non lo sono del tutto, e sono proprio quelli che servono a far aumentare il volume e la consistenza del prodotto finito! Sapete quali sono? C'è un codice strano, leggete bene, in quasi tutti i mix, in alcuni ce ne sono anche due di codici, e sono i più efficienti in termini di prestazioni: E464 ed E466. Cosa sono? Parliamo brevemente dei Mix industriali e dei loro componenti, farine escluse! Questo per evitare o almeno ridurre nella nostra dieta l'apporto di sostanze poco naturali (e soprattutto a noi ignote) come l'E464, l'E466 o anche altri correttori non sempre citati perché, per legge, non tutti sono necessariamente da dichiarare! :(

martedì 11 ottobre 2016

ricetta dei Filoni di pane al Sesamo con 1 g di lievito ... senza glutine

Filone di pane al Sesamo con 1 g di lievito
con VIDEO RICETTA
Cosa devo dirvi, sono iper soddisfatta di questa ricetta, peraltro già più che collaudata, sia da me, sia da tanti di voi, perché altro non è che la ricetta della mia Pizza della pizzeria con 1 g di lievito e 24 ore di lievitazione! E siete stati in molti a suggerirmi che con questa ricetta il pane viene ottimo! Così ho deciso di provare anch'io! Solamente che questa volta ho cambiato di poco le farine utilizzate e raddoppiato le dosi, per ottenere 2 pani enormi (e anche una pizza!). Il risultato a mio avviso è stato stupefacente! La crosta di questo Filone di pane al Sesamo con 1 g di lievito è squisita, croccante al punto giusto ma non spessa, mentre la mollica è soffice e asciutta e gustosa e dentro si sono formati tantissimi vuoti! Posso paragonarlo come gusto ad una Rosetta soffiata!!! Oppure, per chi è palermitano come me, al Pizziato! Ho entrambe queste ricette nel mio blog, ma le ho realizzate con altre farine e differenti procedimenti, perché in quei casi la forma è tutto, e per mantenerla questo impasto non va bene. Ma per il classico filone invece è perfetto! 







Ingredienti per il Filone di pane al Sesamo con 1 g di lievito 
(dosi per 2 Filoni)

200 g di Mix per pane senza glutine Auchan (o in alternativa Nutrifree)
200 g di Mix per pane senza glutine Farmo Fibrepan (oppure Farmo Low Protein, se preferite, o in alternativa un mix che contenga come farine Amido di frumento deglutinato + amido di mais, oppure ancora il mix Conad per pane)
100 g di Mix universale senza glutine MixIt Schaer (o in alternativa Pedon per pane da 500g, o Biaglut per pane da 500g)
100 g di Mix per pane senza glutine Mix B Schaer (se proprio non l'avete, sostituitelo con Auchan-Nutrifree)
2 g di lievito di birra fresco (1 g per filone, potete fare un solo filone e dimezzare tutte le dosi)
480 g di acqua (totale fra biga e impasto)
1 cucchiaino colmo di miele
10 g di sale
2 cucchiai di olio evo
sesamo q.b.
con VIDEO RICETTA




Procedimento a biga 
(sono necessarie 24 ore in tutto dalla biga all'infornata)

lunedì 10 ottobre 2016

ricetta dei Biscotti Integrali alla Panna e 3 cereali ... senza glutine

Semplicissima e di rapida esecuzione, questa bella ricetta dei Biscotti integrali alla Panna e 3 cereali senza glutine! L'ho trovata sfogliando uno dei volumi di cucina che possiedo in casa, e ho provveduto a de glutinare la farina, utilizzando solo farine naturali e soprattutto in buona parte integrali: Sorgo, Riso e Miglio. Ed il risultato è eccellente, di gusto, consistenza, compattezza, profumo. Ma la cosa che più mi è piaciuta, visto che sono poco paziente soprattutto nel fare i dolci, è stata la facilità di esecuzione! Che meraviglia! Nonostante stessi inventando, ci ho messo proprio poco tempo! E la pasta si stendeva benissimo! Non ho dovuto attendere tempi morti! WoW!!! Promossa, questa ricetta, la rifarò, magari alternando le farine, anche con le nocciole! 
SENZA GLUTINE, SENZA UOVA





Ingredienti per una trentina di biscotti integrali alla panna e 3 cereali senza glutine

350 g di farina (120 g di farina di riso integrale + 80 g di farina di sorgo integrale + 35 g di farina di miglio integrale + 77 g di fecola di patate + 38 g di amido di tapioca + 3 g di guar)
i non celiaci mettano pure tutta farina 00
150 g di zucchero
250 ml di panna fresca (che sia veramente fresca, fredda e ottima di qualità)
12 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale
aroma vaniglia 

 + 1 albume e poco zucchero a velo per la patina (non indispensabile)

Procedimento super veloce

sabato 8 ottobre 2016

ricetta del Pane al Saraceno integrale

Leggerissimo, alveolatura perfetta, non umido né appiccicoso (non luccica, non è gommoso, sembra di  farina di frumento glutinato), crosta robusta e croccante, interno soffice e nuvoloso, sapore squisito! Ottimo per tutti gli usi!!! 






Armatevi di farine e abbiate pietà di me! Si, perché questa volta di mix ne ho messi 4 e in più c'è la farina di grano saraceno integrale, ma il risultato è ottimo, non ve ne pentirete! Perché così facendo si ottiene il meglio di ogni miscela e se ne annullano i difetti, e il gusto si completa. Non chiedetemi di non metterne una, o meglio potete anche farlo, ma il pane che ho fatto oggi ha questo sapore pieno e dolce grazie alla miscela che ho composto! D'altronde ormai noi celiaci non possiamo non tenere in dispensa tutti questi bei pacchetti! Non so voi, ma io compro sempre spasmodicamente tante farine e per conservarle ho riempito 4 scatoloni ermetici, più altri barattoloni chiusi nell'armadietto! Così si conservano a lungo e non mi trovo mai sfornita! Dunque, la ricetta è velocissima (alle 17:00 ho avuto l'idea, alle 19:00 il pane era in forno!) e semplicissima, l'unico neo sono tutte queste farine! Compratele, non potrete farne a meno, io le uso sempre per pani e pizze e chi mi conosce lo sa!!! Suvvia! Andiamo in cucina ad impastare!



Ingredienti

200 g di Mix per pane senza glutine Auchan (o in alternativa Nutrifree)
100 g di Mix per pane senza glutine Farmo Fibrepan (oppure Farmo Low Protein, se preferite, o in alternativa un mix che contenga come farine Amido di frumento deglutinato + amido di mais, oppure ancora il mix Conad per pane, o il Koilia da 1 kg, sempre per pane, o volendo anche la Coop per pane, ma non ha il frumento deglutinato)
100 g di Mix universale senza glutine MixIt Schaer (o in alternativa Pedon per pane da 500g, o Biaglut per pane da 500g)
50 g di Mix per pane senza glutine Mix B Schaer (se proprio non l'avete, sostituitelo con Auchan-Nutrifree)
1 g di guar
50 g di farina di grano saraceno integrale biologica
1 cucchiaino di miele
18 g di lievito di birra fresco
370 g di acqua tiepida
8 g di sale
3 cucchiai di olio evo

volete vederlo dal vivo? guardate questo mini video!!!


Procedimento 

venerdì 7 ottobre 2016

ricetta dei Lapilli Eoliani! ... ovvero Ravioli neri di Zucca con Rana Pescatrice

Avrei voluto chiamarlo Kaos, questo mio piatto, in memoria della Sicilia pirandelliana dalle mille forme e colori... ma c'era di più, a mio avviso, una forte reminiscenza delle spiagge isolane, vulcaniche, composte da miliardi di ciottoli lisci e neri lavorati dal mare, nei millenni. I lapilli vulcanici dei nostri arcipelaghi, che fanno da cornice ad un tripudio di forme e colori primari e semplici, come i frutti che la natura regala a queste aspre terre. Nero come la seppia, rosso come il pomodoro, verde come il cappero, bianco come la polpa tenera del pesce... come la Sicilia ed il suo eterno contrastare, ecco da cosa nasce la ricetta di oggi... i Lapilli Eoliani ... ovvero Ravioli neri di Zucca con Rana Pescatrice 




Non è un piatto ben composto, né ordinato... in fondo, rispecchia il mio animo inquieto esattamente come inquieta è la natura e la storia della mia terra. Non è dunque cucina gourmet, né mai lo sarà, perché da siciliana verace l'istinto mi vieta di rispettare le regole!!!




Nel mercato esistono molte miscele già pronte per prepararsi in casa la pasta fresca senza glutine e un po' alla volta le sto sperimentando tutte. Oggi tocca al preparato della Farabella e per divertirmi un po', al posto della semplice tagliatella, ho giocato anche con forme e colori: nero e arancione, rosso, verde e bianco! e sono nati i miei Lapilli Eoliani ... ovvero Ravioli neri di Zucca con Rana Pescatrice, in un contrasto cromatico e di sapori con forte personalità! 
Il gusto della pasta è buono, l'impasto è molto elastico, tiene bene la cottura. Io li ho fatti all'uovo, non so la resa impastando con sola acqua, mi riprometto di provare a breve!
Eccovi la ricetta, che poi rispetta sempre la regola di 1 uovo per 100 g di farina più tanta acqua quanto necessario per lavorare bene l'impasto. 

Ingredienti per 21 ravioli neri di zucca con rana pescatrice (7 porzioni)

300 g farina per pasta senza glutine (io Farabella)
3 uova
70 g acqua circa
1 bustina di nero di seppia

Per il ripieno

300 g di polpa di zucca già cotta
100 g di ricotta di pecora
1 tuorlo d'uovo sodo
sale
paprika
curcuma
noce moscata
30 mandorle pelate
4 foglie di salvia
pangrattato q.b.

Per il condimento

600-700 g di polpa di rana pescatrice
2 spicchi d'aglio
7 pomodori maturi (o una trentina di ciliegini maturi)
sale
olio
35 capperi sotto sale
prezzemolo

Per l'emulsione di basilico e mandorle

1 mazzo di basilico
10 mandorle
olio evo
sale

Procedimento

mercoledì 5 ottobre 2016

Chiffon Cake ai 2 cioccolati ... ricetta senza glutine

Questo dolce alto e soffice ha origini molto lontane, non solamente e non tanto storiche (risale al 1927 la sua invenzione), ma soprattutto geografiche: è americano e stranamente, ed ecco la sua particolarità che lo rese famoso là dove i dolci, se non sono altamente ricchi di burro, non piacciono (o meglio dire, non piacevano), non contiene burro, ma olio di semi. Noi oggi ci siamo ormai abituati, ma per quei tempi ed in quei luoghi fu un vero successo. Tant'è che ancora è sulla cresta dell'onda, non solamente per la morbidezza e il sapore, ma soprattutto per l'aspetto, così torreggiante, tipico delle torte americane. Se volete leggere una storia ben scritta e ben dettagliata di questo dolce, vi suggerisco di dare un'occhiata a questo link "La strana storia della Chiffon Cake!" del Blog Cakegardenproject.

Intanto, anche io ho voluto provarne una, la mia prima Chiffon Cake ai 2 cioccolati ... ricetta senza glutine ...  e anche in questo caso, trattandosi di ricette stra collaudate, ho i miei riferimenti, di cui vi sto per dire...






Parliamo di cose serie! ... ecco da chi ho copiato!!!
Per la Chiffon Cake al cioccolato il mio riferimento è stata la ricetta di Sonia, del Blog La Cassata Celiaca, che trovate QUA, perfetta così com’è: è spettacolare! Io ho raddoppiato le dosi e portato piccolissime modifiche per utilizzare il mix di farine di Bette Hagman, motivo per cui di seguito riporterò anche i passaggi. La sua ricetta mi ha ispirato anche per la farcitura e le decorazioni con scaglie di cioccolato fondente... ve l'ho detto, è perfetta! Ma dovendola portare al compleanno di mia nipote, la quale voleva le fragole (ormai fuori stagione!) ma si accontentava anche di una torta cremosa, ho pensato di accompagnarla con una crema al cioccolato bianco, delicata, come la Namelaka. Un trionfo di cacao, bi-colore! A quel punto ho sbirciato nel Blog di Stefania Profumi e Sapori, una maestra della pasticceria. E ho fatto bene, perché le sue ricette sono spiegate alla perfezione, e sono garantite al 100%. Così è nata questa mia torta di compleanno, la mia prima Chiffon Cake ai 2 cioccolati! Soddisfattissima! 



Ora vi elenco gli ingredienti di cui avrete bisogno. 
Queste dosi bastano per una ventina di porzioni.

Ingredienti per la Chiffon Cake ai 2 cioccolati ... senza glutine

Per la Chiffon Cake

188 g farina di riso finissima
48 g fecola di patate
14 g amido di tapioca
60 g cacao amaro in polvere
280 g zucchero semolato
130 g olio di riso
180 g acqua
8 uova medie
1 bustina di lievito per dolci senza glutine
un pizzico di sale
8 g cremor tartaro (per montare gli albumi, eventualmente sostituire con qualche goccia di limone)

Per la farcitura fondente interna

Per la farcitura interna, anche questa ispirata dalla ricetta de La Cassata Celiaca, ho inserito una crema fondente praticando dei fori con la cannuccia (della siringa stessa).

200 g cioccolato fondente sciolto al microonde per 1 minuto e 30 secondi circa, attenti
50 g latte intero
20 g panna per dolci fredda liquida

Per la copertura:

Per il rivestimento ho utilizzato due creme, un primo strato di chantilly poco dolce e una copertura finale di Namelaka al cioccolato bianco, di Montersino, ma ho seguito pedissequamente le indicazioni di Stefania del Blog Stefania Profumi e Sapori, che trovate QUA, ne basta una dose, e la crema che avanza va servita a parte.

1 dose di Namelaka bianca

340 gr cioccolato bianco
200 gr latte intero
400 gr panna
10 gr sciroppo di glucosio
4 gr gelatina in polvere
20 gr acqua
vaniglia

Crema Chantilly

250 ml di panna da montare
20 g zucchero in polvere vanigliato

Per le scaglie di cioccolato

Poi ho decorato con delle scaglie di cioccolato facilissime da realizzare, anche in questo caso ho preso ispirazione dalla ricetta di Sonia: basta poco cioccolato fondente e gli attrezzi giusti. 

50 g cioccolato fondente
(attrezzi: una spatola e 3 strisce di acetato da 25 cm)

Procedimento

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa

LE VIDEO RICETTE DI BIMBA PIMBA ... cliccate sul titolo che vi interessa